Torna alle scelte rapide Torna alle scelte rapide

Ricerca rapida

Ricerca

[Torna alle scelte rapide]
[N/D]
CALENDARIO EVENTI
< luglio 2019 >
Calendario eventi
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
[Torna alle scelte rapide]

Omofobia e Terapie Riparative

L'omofobia è l’insieme dei sentimenti negativi provati più o meno consapevolmente nei confronti delle persone omosessuali.  Tale disprezzo, ostilità o paura affonda le sue radici nei pregiudizi e stereotipi culturali presenti nella nostra società che favoriscono, anche in modo invisibile, l’egemonia dell’eterosessualità. Molto spesso questo sentimento si traduce in atteggiamenti e comportamenti discriminatori o colpevolizzanti verso le persone omosessuali.

Per omofobia interiorizzata invece si intende l’accettazione passiva (consapevole e soprattutto inconsapevole) da parte delle persone omosessuali di tutti i pregiudizi, i comportamenti e le opinioni discriminatorie tipici della cultura omofoba. Ciò incide profondamente, come agente patogeno, sul benessere della persona che può provare sentimenti di vergogna, disistima o addirittura autodisprezzo fino ad arrivare a identificarsi con gli stereotipi denigratori.

Nel 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito l’omosessualità come una variante naturale del comportamento umano, ma esiste ancora chi tenta di curare le persone omosessuali. Nel 2010 il Consiglio dell’Ordine si è espresso contro queste “terapie”, spiegandone la pericolosità e gli effetti negativi.
 
 
 

L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna si schiera dalla parte della scienza e dice No alle "Terapie Riparative"

Settembre 2010

Torna alle scelte rapide
Torna alle scelte rapide